LA LUCE IN SALA


LOCATION CINECATTOLICHE #2
16 agosto 2011, 1:50 pm
Filed under: Location cinecattoliche, Pillole cinecattoliche

Abbiamo già parlato del film Romeo + Giulietta di William Shakespeare (Baz Luhrmann, 1996) in occasione del fotogramma/pensiero di San Valentino. Non lo ritirerei in ballo se non fosse per questa rubrichetta (che mi consente di sfogare alcune vere e proprie fissazioni). Avete visto il film? Grossa parte della genialità del progetto, a mio avviso, non sta tanto nello spostare cronologicamente il dramma shakespeariano per eccellenza, quanto nel rendere questo spostamento convincente e coerente col fascino delle ambientazioni originarie. La ricerca estetica è spregiudicata (lo è al punto da restare sullo stomaco a molti) e, come dicevo nel passato intervento, viene fondata grandemente sul contributo immaginifico del cattolicesimo, privilegiandone la declinazione kitsch. La ripresa della gloriosa tradizione religiosa antica nella sua variante mercificata, abbassata nello stile, nei materiali, nei cromatismi, vuole rendere visivamente la stessa operazione cinematografica in corso, la quale costringe Shakespeare nelle forme grottesche di una modernità scomposta. Si sceglie il cattolicesimo non solo, ovviamente, per la sua confidenza plurisecolare con le immagini, ma anche perché di fatto, esso è protagonista nella vicenda dei due innamorati.

Ecco allora, per arrivare finalmente al sodo di questo post, che la chiesa assume il ruolo di location primaria (accanto alla spiaggia/teatro sventrato). Mai come in questa complessa situazione la scelta dell’edificio è stata attenta… e mai come qui trovo che un’ architettura religiosa reale esprima perfettamente l’originale lavorio formale della pellicola. Da qui il desiderio di ritrovare quella chiesa, la chiesa di Verona Beach.

Si tratta della Iglesia del Purísimo Corazón de María, Colonia Del Valle, Mexico City. La Colonia Del Valle, amici giramondo che state già prenotando il biglietto, è la più grande della città; situata in posizione centro meridionale risulta favorita soprattutto dalle classi medio-alte. Ricchissima di grandi parchi e di alberi disseminati lungo le strade, prestigiosi centri commerciali nonché, oltre alla suddetta Iglesia, alcuni simboli della città: la Torre Mexicana, il World Trade Centre e il Polyforum Siqueiros. Ma veniamo subito alla Iglesia: con le sue mastodontiche dimensioni e la sua bellezza, la Iglesia del Purisimo Corazòn rappresenta il simbolo della zona anche per i non cattolici (passa difficilmente inosservata, insomma). Nel 1923 in questo spazio risultava completata una piccola cappella inadeguata ad accogliere la vasta popolazione della Colonia. Dal 1926 al 1929 le porte di questa chiesetta resteranno sbarrate a causa della Cristiada (assieme a quelle di altre 300 chiese cittadine). Al termine del conflitto le celebrazioni vennero legalmente autorizzate, e la parrocchia prese la denominazione attuale. Dal 1938 si attualizza il grandioso ripensamento dell’edificio su progetto di Luis Olvera. I lavori vengono finanziati in massima parte con le donazioni dei residenti, e ultimati già nel 1953 con il posizionamento della statua della Madonna (alta 4 metri) sul culmine della cupola.

L’altezza complessiva del tempio è notevole (96 m), ma originariamente era pensata con uno slancio verticale ancora maggiore. Questo non avvenne perché le autorità ecclesiastiche non acconsentirono (modestia e cautela assieme) al superamento in altezza del Monumento alla Rivoluzione.  Particolarmente felice l’eterodossa commistione di stili e influenze: Art Decò, funzionalismo, suggestioni neogotiche… il tutto realizzato attraverso l’emblema architettonico del’900: il cemento armato. Nel tempio sono profuse magnifiche vetrate, pitture e rilievi, in una riuscita reinterpretazione moderna della spazialità sacra (fatto non scontato di questi tempi ma frequente, stando alla grande panoramica che ho affrontato per preparare questo post, sul territorio messicano).

Capito allora? Quando vi capiterà di visitare Città del Messico… ricordatevi di questa chiesa… e se siete a messa concentratevi! Lo so che Leonardo di Caprio e Claire Danes si sono sposati -e suicidati- su questo altare… ma fate lo sforzo.

Qui potete vedere un video ricco di immagini degli interni. Qui la scena del matrimonio.

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: