LA LUCE IN SALA


FESTIVAL & FESTIVAL
15 settembre 2011, 9:56 am
Filed under: News

Si è appena conclusa la 68ma Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Il Leone d’oro è andato al Faust di Sokurov (premiato anche, come dicevamo qualche giorno fa, dalla giuria Signis). Potete trovare una panoramica dei vincitori e dei partecipanti qui, grazie alla Bussola Quotidiana.

Nei prossimi giorni invece, il 23, 24, 25 settembre, si terrà a Reggio Emilia il Festival Francescano, ricco di manifestazioni, concerti, interventi che potete scorrere sul sito. Fra gli spettacoli previsti uno risulta di particolare interesse: “Il film muto “Il poverello di Assisi”, realizzato nel 1911 da Enrico Guazzoni per la Cines, che lo lanciò nella “Serie di grand’arte Cines Princeps”. Presentato al Concorso internazionale indetto nell’ambito dell’Esposizione di Torino, vinse il 2° premio (4000 lire) per la “categoria artistica”. Esso deve la sua celebrità, oltre che all’indubbia qualità della messa in scena, all’interpretazione sobria e insieme intensa di Emilio Ghione nel ruolo del protagonista e alla presenza di Italia Almirante in quello di Madonna Povertà. Il film verrà proiettato con l’accompagnamento musicale dell’Ensemble “Adorno” diretto da Luigi Pagliarini che eseguirà musiche italiane dell’epoca”. Direi un’occasione più unica che rara! Potrete vederlo, se avete la fortuna di girovagare da queste parti, il 23 settembre alle 09.30 presso il Cinema Cristallo, all’interno di un intervento di Federico Ruozzi titolato “Francesco e la celluloide”. Il giorno successivo, nello stesso luogo e con gli stessi orari, all’interno dell’intervento di Elena Mosconi, “Francesco santo italiano, nel cinema muto”. Di sicuro interesse anche il simpatico spot animato:

A ottobre (dal 14 al 26) ci sarà un appuntamento significativo per il cinema religioso, il XIV Religion Today Filmfestival. Quest’anno il tema centrale sarà la povertà “come tema e problema non solo sociale, ma prima ancora culturale, spirituale, etico e teologico che coinvolge direttamente le religioni e che può diventare occasione per approfondire il dialogo interreligioso”. Tutti gli appuntamenti sono sparpagliati a Trento e provincia, Roma, Milano, Bolzano e Nomadelfia, ma sostanzialmente l’epicentro della manifestazione, con proiezioni quotidiane per tutta la durata del festival, sarà Trento. Vi rimando ancora al sito dedicato per scorrere la lista di tutti i film, non pochi quelli di ispirazione cattolica, fra cui titoli già segnalati come Io sono con teDuns Scoto, Uomini di Dio e altri meno noti ma parecchio interessanti come Nel segno di Maggio (Mazzola, 2009), “Durante la guerra, il bresciano Don Vittorio Bonomelli è cappellano militare, paracadutista, radiotelegrafista e agente segreto. Dopo una rischiosa missione contro la base nazi-fascista di Ghedi, in fuga verso Bergamo, si unisce ad un gruppo di pellegrini che si stanno recando a Ghiaie (BG). Pare che la Madonna sia apparsa ad una bambina di sette anni. La folla che si sta recando in quel luogo è impressionante e Bergamo, come lui sa, verrà bombardata a breve”.

Annunci

Lascia un commento so far
Lascia un commento



Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: