LA LUCE IN SALA


COLLANA DI MUSICAL RELIGIOSI CON FAMIGLIA CRISTIANA
4 ottobre 2011, 4:19 pm
Filed under: News

Il musical è certamente una forma di spettacolo tornata prepotentemente di moda… e questa carica non sembra voler arrestarsi troppo presto, dato che persino Clint Eastwood -se tutto va bene- darà il proprio contributo dirigendo Beyoncé nella quarta trasposizione cinematografica del classico “A Star is Born”! Da noi sembra essere stata tutta colpa di Cocciante ma dall’America, accanto al continuo riproporsi dei grandi classici, ci sono stati corroboranti nuovi passaggi da Broadway a Hollywood come Mamma Mia, in  un crescendo continuo che non ha risparmiato le ultime generazioni (a forza di High School Musical, Glee, e compagnia bella).

Non poteva certamente mancare, direi, un’iniziativa che promuovesse il musical religioso! Non sempre facili da raggiungere, spesso confinati nei teatri di città lontane,  i musical religiosi sono questa volta distribuiti da Famiglia Cristiana nella sua ultima collana di DVD nominata “Tra Cielo e Terra“! Se siete appassionati del genere sarete contenti di sapere che ben dodici titoli, più o meno conosciuti, saranno disponibili in edicola con cadenza settimanale a partire dal 6 ottobre.

Si comincia col famosissimo “Forza venite gente” (prezzo di lancio di  € 4.90 in aggiunta al costo della rivista) firmato già nel 1981 da Michele Paulicelli: musiche memorabili e atmosfere trasognate, a tratti naif, per una delle agiografie più sentite e universalmente condivise, quella di San Francesco. La seconda uscita (il prezzo sale da qui in avanti a € 11.90, oltre al prezzo di copertina) vedrà invece uno dei prodotti più recenti, presentato soltanto lo scorso giugno al Teatro Italia di Roma, “Non abbiate Paura” (dedicato naturalmente a Giovanni Paolo II), per la regia di Gianluca Ferrato (13 ottobre) . Qui un’articolo dedicato.

Si continua poi con Padre Pio, che sarà l’“Actor Dei” (20 ottobre) di Attilio e Maria Grazia Fontana. Si prosegue con “Caino e Abele” (27 ottobre) di Tony Cucchiara; “Maria di Nazareth” di Maria Pia Liotta (3 novembre); “Via Crucis” di Claudio Insegno (10 novembre); “La lauda di Francesco” con le musiche di Angelo Branduardi per la regia di Oreste Castagna (17 novembre); “Chiara di Dio” di Carlo Tedeschi (24 novembre); “Don Bosco” di Piero Castellacci (1° dicembre); “Madre Teresa”, sempre di Castellacci (7 dicembre) per concludere con “L’uomo dal turbante rosso” (15 dicembre) e “il Risorto” (19 dicembre). Buona visione!

Annunci

6 commenti so far
Lascia un commento

Ehi!!
Io sono una grande appassionata di musical, e non sapevo assolutamente niente di questa iniziativa… grazie, perché qualche DVD lo comprerò di certo!!

Nota a margine: io sono una fan di Branduardi, quindi prendete questa recensione con le pinze. Ma la sua lauda di San Francesco (io l’ho vista dal vivo) è qualcosa di MERAVIGLIOSO, e di molto diverso (molto “di più”) rispetto ai classici musical all’americana. E’ più che altro una lauda alla medievale.
Favoloso: non so se la registrazione in DVD le rende merito, ma era bellissima. Anche solo le musiche. Io la consiglio tanto!

Commento di Lucyette

Io consiglio con tutta me stessa, il musical Chiara di Dio di Carlo Tedeschi (in programma tutto l’anno al teatro Metastasio di Assisi) non solo perchè è sublime con professionisti credenti (si percepisce), ma soprattutto perchè ha colto la non facile interpretazione del legame spirituale fra Chiara e Francesco.
Pensa che per registrare il musical, hanno rotto per la prima volta credo, i sigilli della clausura di san Damiano e la scena della morte di Chiara è stata girata nel punto in cui lei morì realmente ……
Senza parole, da vedere, rivedere, riascoltare, rivedere, riascoltare senza fine.
:)
Ciao!

Commento di JeGrace

E così siete delle appassionate? Purtroppo non posso dire altrettanto… ma non perchè non mi piacciano i musical (figuriamoci) ma perché non mi è mai capitata l’occasione di vederne uno! Questa collana sarà una buona occasione per cominciare… con particolare curiosità certo, per i titoli che mi avete indicato!

Commento di filippociak

Guarda: vuoi cominciare con un musical veramente bello? Non c’entra niente con il cristianesimo, ma è veramente fatto bene, con un mix di attori famosi, trama intrigante, regia/coreografia azzeccata (per le canzoni), e musiche ben fatte. Non che ne abbia visti tantissimi, ma è comunque il musical di gran lunga più bello, fra tutti quelli che ho visto fino ad ora. E’ Chicago (è uscito qualche anno fa).
A me è piaciuto molto! Te lo consiglierei, come primo impatto! :-)

Sull’opera di Branduardi, più ci ripenso e più mi domando come siano riusciti a renderla in DVD: secondo me, a vederla registrata, si perde gran parte del fascino. Dal vivo era stupenda; e poi non è un musical, nel senso stretto del termine. E’ una lauda medievale, è una cosa diversa.
Però comprerò il DVD, son curiosa di vedere come l’hanno resa!

E in compenso, mi sono già segnata sull’agenda di andare a comprare Chiara di Dio quando uscirà, ché sennò me ne dimentico ;-)

Commento di Lucyette

Ah ma certo, Chicago! Per i musical hollywoodiani sono a posto! A me è piaciuto molto anche Mamma Mia… è frivolo all’inverosimile ma io sono di parte: sono un fan degli Abba e di Meryl Streep. Beh, poi adoro anche Moulin Rouge… ma anche per questo non posso essere obiettivo, stravedo letteralmente per Luhrmann. Chicago aveva colpito anche me, e fra l’altro avevo completamente rimosso che avevo pensato di dedicargli un fotogramma/pensiero (micro si intende), ricordi la detenuta ungherese che prega col rosario in cella? Ecco :)

Commento di filippociak

Guarda: dopo aver lasciato il commento qua, m’era venuta voglia di riascoltare un paio di canzoni di Chicago ed ero andata su YouTube a cercare i video… ero capitata su Cell Block Tango e mi ero detta “caspita! Ho detto a Filippo che il film non c’entra niente con la religione, ma in realtà questa scena della detenuta ungherese col rosario in mano andrebbe benone per uno dei suoi fotogramma/pensiero…”.
Quindi sì, ho presente :-D

Anche a me è piaciuto moltissimo Mamma mia, più per le canzoni che per la trama; Moulin Rouge invece mi dice già di meno, non mi ha colpita molto.
In compenso, un “musical” di cui mi piacerebbe seriamente parlare con qualcuno è I Promessi Sposi (opera moderna) di Michele Guardì (sì: lo stesso regista di “Domenica in famiglia” e trasmissioni simili). L’hanno trasmesso un anno fa sulla Rai, ed è stato sommerso da un mare di critiche: apparentemente non è piaciuto a nessuno.
A me invece è piaciuto abbastanza!!
Alcune canzoni erano un po’ stucchevoli, e alcune scelte sul cast potevano esser fatte meglio. Okay.
Ma complessivamente l’ho trovato ben fatto, e soprattutto… molto, molto cattolico.
Vabbeh che I Promessi Sposi son cattolici già di loro, grazie tante: ma lì ci sono state un paio di scene in cui sono veramente rimasta a bocca aperta per la sorpresa. Il cardinal Borromeo ci fa una splendida figura, veramente esemplare, e l’ultima scena in assoluto (che NON è il matrimonio) è così bella che… beh, vi lascio la sorpresa per chi volesse vederla :-)
Insomma: è stato criticatissimo, ma a me invece è piaciuto! :-O

Commento di Lucyette




Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...



%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: